Sei qui

ZTE, con un brevetto rispolvera l’idea del display posteriore secondario per selfie

ZTE, con un brevetto rispolvera l'idea del display posteriore secondario per selfie - image  on https://www.zxbyte.com

ZTE ha brevettato in Cina il design di uno smartphone "tutto schermo" molto particolare: invece di avvalersi di sistemi meccanici per nascondere la fotocamera anteriore, come slider e pop-up, la elimina completamente. I selfie si scattano usando la fotocamera principale, con l'ausilio di un secondo display sul retro, più piccolo, che funziona sostanzialmente da specchio.

Di per sé, il dispositivo ha uno stile paragonabile a quanto visto finora di Samsung Galaxy Note 10 grazie ai render - curvatura agli angoli stretta, piccolissima cornice nel bordo inferiore, fotocamera posteriore multipla organizzata in verticale e sul lato sinistro dell'apparecchio. Non vale la pena farci molto affidamento, perché qui il concetto principale è il display secondario: il resto potrebbe variare in modo consistente nel prodotto finito.

L'idea del display sul retro non è del tutto nuova. Meizu ci provò qualche anno fa con Pro 7 e Pro 7 Plus, e anche lì l'idea di fondo era la stessa - sfruttare il modulo fotocamera posteriore, di qualità superiore rispetto a quella anteriore, per i selfie. Il concept di ZTE è molto più estremo, grazie anche alle tecnologie che sono emerse nel settore in questi ultimi tempi. Chissà, magari oggi potrebbe avere fortuna.


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 278 euro oppure da Unieuro a 399 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi anche