Sei qui

Passa ad Android, l’app di Google per iPhone amplia la sua compatibilità

Passa ad Android, l'app di Google per iPhone amplia la sua compatibilità - image  on https://www.zxbyte.com

L'app Passa ad Android ora è compatibile con tutti gli smartphone dotati del sistema operativo del Robottino, a patto che sia in versione 12 o più recente (e, ma questo è implicito, che sia dotato dei servizi Google): l'ha annunciato la società di Mountain View nelle scorse ore sul proprio blog ufficiale, The Keyword. Finora l'app, che permette di trasferire dati personali (come contatti, calendario, foto, video e altri file, SMS e altro) dal proprio vecchio Melafonino, era compatibile solo con i Pixel, prodotti da Google stessa.

L'app è in circolazione da poco più di un paio di mesi, anche in Italia. Il trasferimento di dati può avvenire sia via cavo sia in modalità wireless (naturalmente la prima opzione è più rapida e meno energivora, ma bisogna avere a disposizione un cavo Lightning/USB-C). Google non lo spiega nel dettaglio, ma è molto probabile che l'allargamento del pool di dispositivi compatibili sia avvenuto lato server o tramite un aggiornamento automatico dei Play Service, non dell'app in sé. L'App Store indica infatti che l'ultimo (e unico, finora) update, alla versione 1.0.13256, è avvenuto già diversi giorni fa, il 22 giugno, e include solo i classici "Correzioni di bug e miglioramenti delle prestazioni".

Contestualmente, Google coglie l'occasione per segnalare 10 motivi per passare ad Android, citando in particolare una maggior integrazione con le app e i servizi Google, una homescreen più personalizzabile e un ecosistema di dispositivi molto ampio e che tocca vari settori - Chromebook, Google TV, cuffie e auricolari con supporto al Fast Pair, smart display, smartwatch, prodotti smart home e tutto ciò che rientra nell'iniziativa Better Together. Si parla poi anche di un "approccio privacy-first", e in questo senso è curioso osservare che appena tre giorni fa è emersa l'ennesima polemica (che coinvolge anche Apple, è doveroso puntualizzare) sulla gestione dei dati personali degli utenti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi anche