Sei qui

HTC, crollo verticale: ricavi -67,6% a giugno

HTC, crollo verticale: ricavi -67,6% a giugno - image  on https://www.zxbyte.com

HTC crolla, ancora. Al peggio dell'azienda taiwanese non sembra esserci mai fine, stando ai risultati finanziari relativi a giugno. Dopo il tonfo fatto registrare a maggio, HTC fa segnare un altro record negativo con i ricavi realizzati il mese scorso, pari a 2,2 miliardi di dollari taiwanesi (equivalenti a circa 61 milioni di euro), cifra che si traduce in un calo del 67,7 per cento su base annua, ovvero la contrazione più marcata dei ricavi mensili riportata negli ultimi due anni. I ricavi complessivi del periodo che va da gennaio a giugno sono pari a 15,56 miliardi di dollari taiwanesi (circa 434 milioni di euro).

L'ennesimo segno meno arriva a breve distanza dall'annuncio della nuova ondata di licenziamenti che riguarderanno 1.500 dipendenti dell'azienda impiegati nelle attività produttive portate avanti a Taiwan - si tratta, di fatto, di quasi un quarto dell'organico. A nulla sembra essere servito aver lanciato il nuovo top gamma HTC U12+ che, come spesso accade con i terminali della compagnia taiwanese, ha convinto estimatori del marchio ed addetti ai lavori per le qualità intrinseche, ma non è riuscito a lasciare tracce significative nel bilancio.

Ancor più preoccupanti sono le valutazioni di alcuni analisti taiwanesi che parlano di incapacità del business della realtà virtuale di dare un impulso al fatturato - è preoccupante perché la divisione Vive doveva rappresentare un'importante valvola di sfogo ed un modo per superare lo stallo di HTC nel mercato smartphone. Le attività relative alla Realtà Virtuale, fanno notare gli analisti, rappresentano solo una piccola frazione dei ricavi complessivi della compagnia. Tolti gli smartphone e la Realtà Virtuale, ad HTC non resta che guardare al futuro e alle tecnologie emergenti - bilanci in rosso permettendo.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi anche