Sei qui

Google Spotlight Stories, chiude lo studio di storytelling VR

Google Spotlight Stories, chiude lo studio di storytelling VR - image  on https://www.zxbyte.com

Google Spotlight Stories, il team dedicato all'esplorazione del settore dello storytelling in realtà virtuale, chiuderà. Variety ha pubblicato un'email inviata dalla produttrice esecutiva Karen Dufilho ai dipendenti qualche ora fa; successivamente Google ha confermato.

Il progetto era nato circa sei anni fa come divisione di Motorola, e fu poi adottato dalla divisione ATAP (Advanced Technologies and Projects), quando google decise di vendere il marchio a Lenovo. Nel corso della sua esistenza, ha pubblicato 13 "esperienze" (film brevi e altri tipi di contenuto), collaborando anche con nomi piuttosto prestigiosi - Justin Lin, regista di quattro titoli della saga Fast and Furious, Patrick Osbourne e John Kahrs di Pixar, e lo studio Aardman Animation che si occupa del famoso cartone animato Wallace & Gromit. La collaborazione con Osbourne è stata probabilmente la più prestigiosa e riuscita: il corto che ne è uscito, Pearl, ha vinto un Emmy ed è stato il primo contenuto per realtà virtuale nominato all'Oscar.

Google, stando alle indiscrezioni, ha investito cifre significative in Spotlight Stories, senza mai aspettarsi un ritorno economico concreto: l'obiettivo primario era rendere più appetibile la sua piattaforma di realtà virtuale Daydream, ma anche questo apparentemente non è stato centrato.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi anche