Sei qui

Google, multa da $ 177 mln in Corea per l’accordo anti-frammentazione

Google, multa da $ 177 mln in Corea per l'accordo anti-frammentazione - image  on https://www.zxbyte.com

Dopo anni di indagini, il governo sudcoreano ha multato Google dell'equivalente di circa 177 milioni di dollari per aver abusato della propria posizione dominante sul mercato e aver represso innovazione e libera concorrenza. L'area specifica di interesse è il settore dei sistemi operativi per smartphone - quindi in altre parole Android: la tesi dell'antitrust sudcoreano è che Google abbia impedito a concorrenti come Samsung e altri di usare sistemi operativi sviluppati da altre aziende (o da loro stessi).

Il comportamento scorretto si riferisce in particolare al famoso accordo anti-frammentazione, che è ben noto e conosciuto da tempo nel settore: in sostanza dice che se un produttore vuole usare i servizi che Google crea per Android, come il Play Store, i Play Service, Gmail, YouTube e tutti gli altri, non può produrre dispositivi con fork del sistema operativo. Per esempio, Amazon parte dal solito Android open-source per creare il suo Fire OS, ma lo altera in modo non compatibile con le linee guida di Google; e così, anche se volesse, non potrebbe immettere sul mercato anche dispositivi con il Play Store.

Multa a parte, le autorità sudcoreane esigono che Google abolisca l'accordo anti-frammentazione. La società, dal canto suo, dice che questa sentenza ignora i benefici che l'accordo ha portato sia lato software sia lato hardware, e che ha aiutato i produttori di smartphone sudcoreani ad avere successo anche nel mercato internazionale. Samsung è effettivamente il produttore di smartphone numero uno al mondo, anche se bisogna dire che per LG le cose non sono andate altrettanto bene.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi anche