Sei qui

Crisi del mercato semiconduttori, anche Intel e Acer esprimono preoccupazioni

Crisi del mercato semiconduttori, anche Intel e Acer esprimono preoccupazioni - image  on https://www.zxbyte.com

Il mercato mondiale dei semiconduttori sta vivendo un periodo particolarmente difficile, pressato da una forte domanda alimentata dalla pandemia a cui i (pochi) produttori non riescono più a stare dietro. Non solo il settore smartphone, ma anche quello dei computer, delle console da gioco, delle automobili e di tutti i prodotti cosiddetti "smart" sono potenzialmente a rischio.

Nonostante la crescente carenza di questa tipologia di componenti non abbia ancora inciso in maniera significativa sulle spedizioni di alcune tipologie prodotti tech negli ultimi trimestri - tra questi gli smartphone che hanno fatto segnare un primo trimestre record per quanto riguarda le spedizioni - ci sono settori che la crisi la stanno sentendo maggiormente, quello automobilistico ad esempio, e la preoccupazione per i prossimi mesi sta iniziando a farsi sempre più sentire.

Le ultime voci che si sono aggiunte a quelle di Cristiano Amon, il nuovo CEO di Qualcomm, che ha dichiarato nei mesi scorsi di essere molto preoccupato per la situazione, così come Lisa Su, CEO di AMD, e tanti altri, sono quelle di Pat Gelsinger, il CEO di Intel e di Tiffany Huang, co-direttore operativo di Acer.


Il TOP di gamma più piccolo? Samsung Galaxy S21, in offerta oggi da Phone Click a 645 euro oppure da ePrice a 693 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi anche