Sei qui

Apple Watch, 400.000 partecipanti allo studio sulle disfunzioni cardiache

I ricercatori della Stanford University hanno recentemente pubblicato una documentazione sui risultati del programma "Heart Study" condotto dalla divisione medica, che vede protagonista Apple Watch.

Lo scopo della ricerca era identificare in modo affidabile i casi di fibrillazione atriale negli utenti partecipanti in possesso di Apple Watch, non solamente l'ultimo modello dotato di sensore ECG, ma anche delle precedenti versioni dotate di sensore ottico. Per coloro che non lo sapessero, la fibrillazione atriale è una condizione di battito irregolare difficile da prevedere perchè asintomatica, ma spesso segno di insufficienza cardiaca e ancor peggio, si tratta di una patologia in grado di aumentare i rischi di ictus.

Lo studio è cominciato a fine 2017 e si è protratto fino ad agosto 2018, ha coinvolto ben 400.000 partecipanti diventando a tutti gli effetti il più grande programma di screening per questa subdola patologia. Nonostante la grande partecipazione, la Stanford University afferma che continuerà a raccogliere dati inviati dai possessori di Apple Watch fino al 2019, mantenendo gli obbiettivi originali che prevedevano simili tempistiche.


Il sogno di molti risparmiando? Apple iPhone X, in offerta oggi da Tecnotradeshop a 754 euro oppure da Amazon a 880 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi anche