Sei qui

Apple avrebbe deciso: via al parziale disimpegno dalla Cina | WSJ

Apple avrebbe deciso: via al parziale disimpegno dalla Cina | WSJ - image  on https://www.zxbyte.com

Vietnam o India. Sarebbe a un bivio il processo decisionale che porterà Apple, secondo le indiscrezioni, a dipendere sempre meno dalla Cina per la produzione dei suoi preziosi gadget. Intendiamoci: la Mela non ha intenzione di abbandonare la Cina e neppure l'altro dei due in lizza per diventare la principale alternativa al Paese in cui da anni Foxconn e compagnia trasformano i disegni in prodotti concreti. Però gli avvenimenti degli ultimi due anni avrebbero portato Apple a una seria riflessione sul futuro, e l'unica certezza che circolerebbe tra i corridoi di Apple Park sarebbe quella di avere un'alternativa solida.

La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso sarebbe stato il recente lockdown che ha gettato le ennesime incertezze sulla produzione dei prodotti: il fatto che in un momento di allentamento delle restrizioni in gran parte del mondo l'amministrazione rossa abbia reagito con durezza, come nel primo periodo - il più buio - della pandemia, non è piaciuto ad Apple, che avrebbe approvato in via definitiva un'idea su cui si riflette da tempo.

Apple, secondo il Wall Street Journal che cita delle fonti interne, avrebbe già comunicato la scelta ai fornitori di allentare l'esposizione nei confronti della Cina da cui oggi dipende per il 90% circa dei suoi prodotti, anche a causa delle tensioni continue tra l'amministrazione comunista e la Casa Bianca. Non è una scelta semplice, perché come sottolinea la testata finanziaria non ci sono molte altre regioni al mondo con tanta manodopera qualificata e pure a basso costo.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi anche