Sei qui

AMD FreeSync si organizza in tre fasce al CES 2020: base, Premium e Premium Pro

AMD FreeSync si suddivide in fasce al CES 2020, come è successo a NVIDIA G-SYNC esattamente un anno fa: ciò aiuterà i consumatori a capire meglio che cosa aspettarsi dai vari monitor che includono la tecnologia di refresh variabile, dice AMD. Le classificazioni dipendono dalla frequenza di refresh dei monitor, risoluzione ed eventuali capacità HDR; più nel dettaglio avremo:

  • FreeSync: la fascia entry-level, con la tecnologia anti-tearing, la latenza e il flickering molto bassi che ormai sono ben noti.
  • FreeSync Premium: si aggiunge un refresh minimo di 120 Hz con risoluzione FHD 1080p e tecnologia di compensazione dei framerate bassi.
  • FreeSync Premium Pro: si aggiunge l'HDR, e la relativa capacità di mantenere bassa latenza in entrambe le modalità.

Anche qui tre fasce, quindi, sebbene le specifiche tecniche che le definiscono non siano esattamente uguali a quelle individuate da NVIDIA, anche se sono simili (l'esempio più lampante è il vincolo dell'HDR nella fascia più alta). Naturalmente tutti i monitor già in commercio verranno adeguati alle rispettive fasce: per esempio AMD segnala che ci sono già oltre 300 monitor sul mercato idonei a FreeSync Premium.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi anche